Droga e bitcoin, la Finanza scopre a Barletta il traffico del “dark web”

Vendevano droga in tutto il mondo grazie a internet, ma la centrale operativa era nella città di Barletta. A scoprirlo è stato il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza di Roma grazie all’operazione denominata Darknet.Drug. Le indagini si sono concentrate nel mondo del “dark web”, i luoghi più oscuri di internet dove avveniva la vendita disostanze stupefacenti smistate e spedite da Barletta.

Durante le perquisizioni, effettuate in collaborazione con i Finanzieri di Barletta e Andria e le unità cinofile di Bari, sono stati rinvenuti 163 pasticche di ecstasy, 78 francobolli impregnati di LSD e 2,2 Kg. di sostanza stupefacente (cocaina, ketamina, MDMA) pronta per essere commercializzate su internet. La Finanza ha posto sotto sequestro un locale commerciale di Barletta in cui veniva esercitata l’attività di exchange di Bitcoin, la moneta virtuale che veniva scambiata per consentire facilmente la vendita online della droga.

Nel corso della stessa operazione è stato effettuato un arresto per detenzione di armi da sparo.

 

FONTE: BARLETTAVIVA